Login   Tu sei in: tecnopolo

CROSS-TEC

(www.cross-tec.enea.it)

Responsabile: Gian Piero Celata
Coordinatore scientifico: Piero De Sabbata
Contatto: Piero.DeSabbata@enea.it

Il laboratorio è accreditato presso la Rete Alta Tecnologia della Regione Emilia Romagna.
Cross-tec partecipa alle attività della Piattaforma Tecnologica Regionale ICT e Design.

Il Laboratorio è strutturato in quattro Unità le cui attività vertono su cinque macro-aree di ricerca

 
Tecnologie dell’interoperabilità
e reti di imprese
  Progettazione in ambito cad/cam
e nuove tecniche di produzione
   
 
Caratterizzazione di componenti energetici ed impieghi dell’ICT in campo energetico   Applicazioni in campo HPC-Big Data

 

Unità ed aree di ricerca:

X-LAB

Tecnologie dell’interoperabilità: Reti di imprese e Smart City; tecnologie semantiche e per la tracciabilità di filiera; tecnologie e standard abilitanti per le smart city e community Approfondisci >>


PROTO-LAB

Metodologie di progettazione in ambito cad/cam e nuove tecniche di produzione
Approfondisci >>

LITE3R

Caratterizzazione di componenti energetici ed impieghi dell’ICT in campo energetico; nuove tecnologie per la riduzione dei consumi energetici, ottimizzazione dei processi produttivi, l’analisi e l’utilizzo di nuovi combustibili, e di biocombustibili, e sistemi per la mobilità sostenibile.
Approfondisci >>

HPC-Lab

Applicazioni in campo HPC-Big Data di interesse dell’industria e della Pubblica Amministrazione.
Approfondisci >>

Aree di ricerca:


1.X-LAB Tecnologie dell’interoperabilità e reti di imprese.

  • Studio delle tecnologie ICT per l’interoperabilità e degli strumenti di supporto applicati alle reti di imprese ed alle smart city
  • Studio dei nuovi modelli di business abilitati dalle ICT (Smart Energy Grids, ottimizzazione del consumo energetico, Smart Manufacturing)
  • Definizione di metodi e strumenti per la adozione di standard di comunicazione e per la valutazione del grado di interoperabilità raggiunto dalle applicazioni
  • Definizione di metodi e strumenti di Test Bed per la valutazione del livello di interoperabilità e di conformità agli standard raggiunto dalle applicazioni aziendali
  • “Hall di Test” aperta alle imprese che vogliano testare e dimostrare l’interoperabilità delle proprie applicazioni.

Impatto atteso verso le imprese:

  • Adozione standard / collegamento con attività standardizzazione
  • Test e misura dell’interoperabilità dei sistemi
  • Creazione di un ambiente regionale favorevole all’eBusiness
  • Supporto indipendente


Settori di applicazione:

A) Fashion

X Lab si è a lungo occupato di interoperabilità nel fashion definendo una architettura ed un linguaggio per l'eBusiness nel Tessile Abbigliamento e Calzatura europei nell'ambito dei progetti Moda-ML ed eBIZ. L'industria del FASHION (tessile, abbigliamento, calzatura, oreficeria,...) costituisce una parte rilevante del sistema produttivo nazionale ed europeo. Tra le principali caratteristiche del settore vi è la larghissima presenza di imprese di piccole e medie dimensioni (PMI) che ne costituiscono ad un tempo la forza e la debolezza. Altro elemento caratteristico è la forte necessità di operare in rete realizzando filiere di imprese articolate e dinamiche. Da qui la necessità di rendere interoperabili le diverse aziende della filiera.

Vai alla scheda riassuntiva dei progetti delle unità dei risurtati e pubblicazioni relative al FASHION

I Progetti eBIZ e Moda-ML: un linguaggio comune per l'industria tessile abbigliamento e calzatura europea

Moda-ML costituisce le specifiche eBIZ per le reti di produzione del tessile-abbigliamento. Vai al sito del progetto Moda-ML

eBIZ è una iniziativa permanente che definisce una architettura ed un linguaggio per l'eBusiness nel Tessile Abbigliamento e Calzatura europei promossa da EURATEX, CEC ed ENEA. Brochure eBIZ, i suoi benefici per la filiera della moda nelle parole delle aziende. CEN WS eBIZ è l'iniziativa di standardizzazione di eBIZ svoltasi nel 2013.

PRESENTAZIONE di eBIZ (brochure, pdf).

Video: eBIZ, i suoi benefici per la filiera della moda nelle parole delle aziende

B) Smart City

Il sogno “Smart City” esige una rivoluzione che prima di essere tecnologica è culturale e organizzativa e, in quanto tale, richiede una forte sinergia di soggetti diversi e di comportamenti. Non si tratta di diffondere soltanto delle best practice, ma anche di creare le condizioni per lo sviluppo di un vero e proprio ecosistema nazionale in cui le esperienze e le tecnologie possano essere verificate, replicate, integrate e qualificate. Costruire l'ecosistema delle SMART CITY italiane EERA e il Percorso Nazionale di Convergenza

Vai alla scheda con tutti i progetti risultati unità e pubblicazioni relative al tema Smart City

2. PROTO-LAB Metodologie di progettazione in ambito cad/cam e nuove tecniche di produzione.

  • Sviluppo di metodologie per l’integrazione della modellazione CAD 3D con i sistemi di produzione automatica di prototipazione rapida e “rapid manufacturing”
  • Sviluppo di metodologie per la progettazione CAD 3D di modelli ad alto contenuto di design mediante l’utilizzo integrato della modellazione NURBS e SDS (SubDivisionSurface) per il Made in Italy
  • Definizione degli ambiti applicativi della modellazione generativa e sua integrazione con i sistemi di progettazione 3D per applicazioni di tipo “visual programming”, per la traduzione di funzioni matematiche complesse in modelli tridimensionali difficilmente realizzabili con i normali strumenti CAD.
  • Definizione di “best practices” in collaborazione con PMI e laboratori artigiani finalizzate alla sperimentazione delle attività di ricerca nell’ambito dell’applicazione delle tecnologie cad/cam e della loro integrazione con i sistemi di produzione tradizionali

Impatto atteso verso le imprese:

  • introduzione delle tecnologie CAD/CAM con particolare riferimento a quelle di modellazione 3D, ingegneria inversa e prototipazione rapida all’interno delle micro-imprese e laboratori artigiani
  • aumento della competitività delle aziende attraverso l’ottimizzazione del processo di progettazione, la riduzione del time to market e l’incremento del livello di design delle collezioni

Obiettivo di proto-lab e’ quello di supportare le pmi nell’adozione delle tecnologie cad/cam finalizzate alla riduzione del time to market e all’innovazione di prodotto e di processo.

Percorsi di Innovazione e Trasferimento Tecnologico in ambito CAD/CAM (slide)

3. LITE3R Nuove tecnologie per la riduzione dei consumi energetici, ottimizzazione dei processi produttivi, l’analisi e l’utilizzo di nuovi combustibili, e di biocombustibili, e sistemi per la mobilità sostenibile.

  • Biocombustibili e combustibili innovativi. Progetti di ricerca di base ed applicata su tematiche sui biocombustibili ed combustibili innovativi che interessano la produzione, l’accumulo, anche tramite diversificazione del vettore energetico (ad esempio sistemi Power to Gas) ed il loro successivo impiego.
  • Servizio per industrie e PA. Tecnologie energetiche, sistemi di supporto alle decisioni e analisi energetico-economiche sulla realizzazione di interventi al fine di ridurre i consumi energetici.
  • Mobilità sostenibile. Attività di analisi e monitoraggio on-board delle emissioni o su banco secondo i cicli standard di riferimento. Impiego di combustibili pronti per entrare nel mercato ed innovativi. Bilanci energetici.

4. HPC-Lab Applicazioni in campo HPC-Big Data di interesse dell’industria e della Pubblica Amministrazione.

  • Simulazioni fisico-matematiche di sistemi complessi con tecniche deterministiche e stocastiche. Comportamento su grande scala di modelli ad agenti caratterizzati da dinamiche non lineari su reti complesse con varie finalità (studio di meccanismi di universalità in ambito socio-economico, diffusione di opinioni, di innovazioni tecnologiche, sviluppo di linguaggi condivisi, cambiamenti comportamentali, ecc.
  • Piattaforme per il networking e la collaborazione, in particolare nell’ambito della ricerca, finalizzate anche alla condivisione di codici, gestione di report e documentazione e data-processing.
  • Sviluppo di applicazioni web per la raccolta, il trattamento e la gestione di dati (applicazioni negli ambiti del risparmio energetico, conservazione dei beni culturali, trattamento di dati oceanografici e per l’Internet Of Things). Sviluppo di piattaforme di virtualizzazione per la gestione di dati distribuiti geograficamente e delocalizzazione degli applicativi
  • Piattaforma integrata in ambiente High Performance per la scansione, digitalizzazione e visualizzazione dei modelli 3D e dei dati scientifici in modalità semi immersiva (3D Virtual Reality) e da remoto (Remote 3D).

Technology report e volantini di sintesi

TECHNOLOGY REPORT EFFICIENZA ENERGETICA TECHNOLOGY REPORT INTEROPERABILITA' TECHNOLOGY REPORT PROTOTIPAZIONE

TECHNOLOGY REPORT QUALITY FUNCTION DEPL. VOLANTINO (1 foglio) TECHNOLOGY REPORT TESTBED TeBES

Last update: 14/10/2019

 

La rete regionale

 


Clusters

Piattaforme

POR FESR

logo rete

logo piattaforma

logo piattaforma

logo piattaforma

logo piattaforma

logo piattaforma

logo piattaforma
Piattaforma Agroalimentare

logo piattaforma
Piattaforma ENA

logo piattaforma
Piattaforma ICT e DESIGN


logo piattaforma
Piattaforma MECCANICA e MATERIALI


Condividi questa pagina con

LinkedIN share