Cambia la lingua Go to English Version

RISULTATI

>Lista di tutti i risultati
Linea dell'assorbimento diretto
Abstract Per analizzare il contenuto in 14C dei campioni inorganici occorre ossidare il carbonio a biossido tramite combustione, poi si può velocizzare la preparazione del campione, attraverso l'assorbimento diretto in ammina.
Descrizione Il metodo proposto è quello dell’assorbimento diretto della CO2 su un opportuno sorbente di cattura che miscelato con i liquidi scintillanti commerciali risulta già pronto per l’analisi in LSC. I sorbenti di cattura convenzionalmente utilizzati sono ammine primarie in grado di intrappolare chimicamente la CO2 sotto forma di carbammato secondo una reazione esotermica a due stadi che prevede la formazione iniziale di uno zwitterione poi convertito rapidamente a carbammato secondo la teoria proposta da Caplow nel 1968 e generalmente accettata.
I principali vantaggi della tecnica dell’assorbimento diretto sono quindi la semplicità e velocità di esecuzione, il minor costo e la minima quantità di campione richiesto. In questo caso infatti, considerando il limite dato dalla massima capacità di assorbimento del reattivo, è sufficiente un quantitativa pari a 1 grammo di carbonio per effettuare l’analisi. La precisione, l’efficienza e la minima attività rivelabile sono tuttavia inferiori rispetto alle tecniche tradizionali a causa di una maggior incertezza legata alla misura.
Keyword Radiocarbonio, assorbimento diretto, scintillazione liquida
/tecnopolo/images/risultati/IMG_20171130_110752b2.jpg  1 Assorbimento diretto progettato ed utilizzato presso il Laboratorio tracciabilità (FSN-SICNUC-TNMT) di Bologna
TRL - technology readiness level 6 Sistema prototipale testato.
Laboratorio TRAC
Partner ENEA
Risultato LISEA Falso
Risultato Tecnopolo Falso
Topic di ricerca collegati
Code Topic Descrizione ID
4 TECNICHE ISOTOPICHE 33






back to Home page

 

 


 

 

POR FESR

logo rete alta tecnologia emilia romagna

Sitemap
Termini di uso
Politica sulla Privacy
Accessibilita'

Condividi questa pagina con

LinkedIN share Facebook share condividi